fbpx

Corso Formativo Mediatore Interculturale


Il corso di formazione “Mediatore Interculuturale” organizzato da Kappa Formazione è un corso che rilascia un certificato di qualifica professionale – Livello EQF: 5 riconosciuto dalla Regione Lazio e che permette di specializzarsi su tematiche legate al mondo della mediazione e di inserirsi in contesti di lavoro educativo e formativo, salute, giustizia, pubblica amministrazione, sicurezza e accoglienza di primo livello; ed opera anche nel settore privato del no-profit (Protezione Civile, Croce Rossa, Ong, associazionismo laico e religioso).


  • IL PROFILO PROFESSIONALE

    Il Mediatore Interculturale è una figura professionale che opera per facilitare l’interazione, la collaborazione e la convivenza negli ambienti multiculturali, sia tra i cittadini di origini e culture diverse, che con le istituzioni pubbliche. La disciplina richiede quindi, oltre alla conoscenza della lingua di origine dell’immigrato e dell’italiano, anche una buona conoscenza sia della cultura di origine che quella del paese di approdo.

    Il Mediatore interculturale funge da cerniera tra gli immigrati e il contesto territoriale e sociale in cui vivono e lavorano, intervenendo nelle seguenti attività:

    • Intermediazione linguistica;
    • accompagnamento nei percorsi individuali;
    • facilitazione degli scambi tra cittadini immigrati e operatori, servizi e istituzioni;
    • Analizza i bisogni e le risorse di un singolo utente o di un gruppo, orienta e progetta iniziative e strumenti che aiutano l’integrazione.

    Le funzioni della mediazione sono multiple: traduzione, comunicazione interpersonale tenendo conto delle differenze culturali, etniche, religiose, di genere e di vissuto; saper ascoltare ed essere empatici; riconoscere e valorizzare le differenze.

     

    ATTESTAZIONE RILASCIATA:

    Il Corso rilascia un attestato di qualifica professionale, autorizzato dalla Regione Lazio, valido in tutta Italia, in conformità agli standard di cui all’art. 6 del D.Lgs. 16/01/2013, n. 13.

     

    IL PERCORSO FORMATIVO

    Il Percorso formativo per l’ottenimento della qualifica professionale conforme a quanto stabilito dalla determinazione regionale n° G09492 dell’11/07/2019 e allegati si compone di n° 238 ore di Aula di cui n°69 di FAD e n° 140 ore di Stage, per un totale di n° 447 ore.

  • MATERIE DEL CORSO

    • “Inquadramento della professione”;
    • “Inquadramento dei processi migratori”;
    • “Analizzare i bisogni e le risorse del beneficiario della mediazione”;
    • “Inquadramento giuridico e del sistema dei servizi”;
    • “Definire le azioni di mediazione interculturale”;
    • “Messa a livello delle conoscenze linguistiche”;
    • “Realizzare interventi di mediazione linguistico- culturale e interpretariato  sociale”;
    • “Orientare il migrante nel contesto locale”;
    • “Realizzare interventi di mediazione sociale e interculturale e di prevenzione di situazioni di conflitto”;
    • “Sicurezza sul luogo di lavoro”.

     

    COSA DEVE SAPER FARE IL MEDIATORE INTERCULTURALE:

    • Attivare e gestire la comunicazione con il beneficiario, al fine della rilevazione partecipata di percezioni, bisogni, attese e risorse;
    • Identificare e distinguere eventuali disagi dovuti alla dimensione vissuta di migrante, alla scarsa padronanza linguistica e ad altri fattori potenzialmente problematici;
    • Comprendere lo stato delle relazioni in essere fra la comunità di migranti a cui il beneficiario appartiene e la comunità autoctona;
    • Riconoscere caratteristiche culturali, personali (anche di genere) e professionali dell’immigrato, quali risorse da valorizzare nei diversi contesti di riferimento.
    • Tradurre bisogni e risorse proprie dell’individuo in programmi di orientamento e di intervento;
    • Facilitare il raccordo fra gli attori delle reti formali e non formali del territorio;
    • Sostenere il contesto organizzativo in processi di adeguamento dei servizi;
    • Trasferire competenze e conoscenze sul tema del dialogo interculturale e della mediazione linguistico-culturale ed interculturale, a mediatori junior e operatori dei servizi;
    • Ascoltare ed entrare in comunicazione con l’altro;
    • Decodificare e trasmettere alle parti coinvolte nel processo di comunicazione codici di comunicazione verbale e non.
    • Esplicitare e trasferire modelli e regole dei servizi di pubblica utilità, pubblici e privati;
    • Rendere consapevole l’immigrato dei propri diritti e doveri, rispetto al contesto istituzionale e sociale di riferimento;
    • Trasferire all’immigrato elementi conoscitivi della realtà storico culturale e sociale, dell’Italia e dell’Europa;
    • Individuare gli ostacoli che impediscono un’efficace relazione comunicativa;
    • Promuovere e valorizzare occasioni di incontro e confronto tra culture diverse;
  • IL CORSO E’ RIVOLTO A COLORO CHE HANNO I SEGUENTI REQUISITI: 

    • Diploma di scuola secondaria superiore; coloro che hanno conseguito il titolo di studio all’estero, devono presentare un’autocertificazione attestante il possesso del titolo, in assenza di documento equipollente/corrispondente.

     

    CONOSCENZA LINGUISTICA:

    • Per i cittadini stranieri, è indispensabile la conoscenza della lingua italiana, almeno al livello B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue, restando obbligatorio lo svolgimento delle specifiche prove valutative in sede di selezione, ove il candidato già non disponga di attestazione di valore;
    • Per i cittadini italiani è indispensabile la conoscenza di una lingua straniera veicolare, almeno al livello C1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue, restando obbligatorio lo svolgimento delle specifiche prove valutative in sede di selezione, ove il candidato già non disponga di attestazione di valore equivalente. In fase di pubblicizzazione del corso, si fa riferimento all’obbligatorietà del requisito della conoscenza di una “lingua straniera veicolare”, spettando all’aspirante allievo la scelta della lingua veicolare.

     

    PERMESSO DI SOGGIORNO PER I CITTADINI EXTRACOMUNITARI:

    • I cittadini extracomunitari devono disporre di regolare permesso di soggiorno, valido per l’intera durata del percorso.

    Il Corso è accessibile a tutti, indifferentemente da residenza e Regione di provenienza.

  • VALUTAZIONE DIDATTICA DEGLI APPRENDIMENTI:

    La valutazione didattica degli apprendimenti sarà effettuata per singola Unità di risultati di apprendimento, tracciabile e con modalità conformi a quanto previsto dalla normativa regionale per la formazione professionale regolamentata e le disposizioni stabilite nella determinazione regionale n° G09492 dell’11/07/2019 e allegati.

    Condizioni di ammissione all’esame finale: frequenza di almeno l’80% delle ore complessive del percorso formativo. È consentita l’ammissione all’esame finale anche a fronte della frequenza di almeno il 70% delle ore complessive del percorso formativo, previo parere favorevole – documentato – del collegio dei docenti/formatori.

     

    GESTIONE DEI CREDITI FORMATIVI:
    – Credito di ammissione: riconoscibile sulla base della valutazione degli apprendimenti formali, non formali ed informali.

     

    Crediti formativi di frequenza: la percentuale massima riconoscibile è il 30% sulla durata di ore d’aula o laboratorio; il 100% sul tirocinio curriculare.

    Crediti formativi con valore a priori:

    – Dispensa di frequenza e prova della Unità di risultato di apprendimento “Sicurezza sul luogo di lavoro” in
    caso di possesso di idonea attestazione (conformità settore di riferimento e validità temporale) relativa alla
    frequenza di corso conforme all’Accordo Stato – Regioni 21/12/2011 – Formazione dei lavoratori ai sensi
    dell’art. 37 comma 2 del D.lgs. 8 1/2008

     

    REQUISITI DEI FORMATORI:

    Laureati provenienti dal mondo del lavoro, in possesso di una specifica e documentata esperienza professionale o di insegnamento, almeno triennale, nel settore di riferimento.

    • DATA INIZIO CORSO: seconda metà di settembre 2022
    • DATA TERMINE : entro dicembre 2022/gennaio 2023

     

    LUOGO DI SVOLGIMENTO CORSI IN AULA


    Istituto Comprensivo Zaveria Cassia – Roma Est – Via Corridonia, 40 – 00156, Roma – tel.  0774 – 571577.

     

    Totale ore: 447 ore, così ripartite:

    • 238 ore in aula (di cui 69 ore in FAD) dal lunedì al giovedì, 4 ore al giorno, dalle ore 16:00 alle ore 20:00;
    • 69 ore in FAD avranno luogo nei giorni venerdì o sabato, da concordare con il docente;
    • 140 ore di stage /tirocinio (circa 40 giorni) alla fine del percorso d’aula presso scuole di ogni ordine e grado, strutture del settore sociale, sanitario ed educativo, cooperative o altre realtà del settore privato no-profit (Protezione Civile, Croce Rossa, Ong, associazionismo laico e religioso) sicurezza e accoglienza di primo livello, convenzionate con la kairos, da scegliersi con il supporto del coordinamento didattico tra le molteplici strutture distribuite tra Roma e il resto del Lazio. 

     

    PER IL COLLEGAMENTO IN FAD è necessario possedere:

    • Connessione Internet
    • PC o Smartphone o Tablet
  • ISCRIZIONE AL CORSO: 200,00 (diritti di segreteria) da effettuarsi entro il 12 Settembre 2022. Successive iscrizioni, oltre il termine previsto, saranno prese in considerazione qualora ci siano ancora posti disponibili. Per il modulo di iscrizione inviare la richiesta nella sezione “Contattaci”.

     

    COSTO DEL CORSO: € 1200

     

    L’avvio del corso è subordinato al raggiungimento del numero minimo di parte.

     

    MODALITA’ DI PAGAMENTO:

    • Per il pagamento in unica soluzione entro l’inizio del corso, ad esclusione della quota di iscrizione, viene riconosciuto uno sconto del 10%.                                            Quindi 1200 € – 10% = 1080€.

     

    • Pagamento in 3 rate:
    • €400 entro il 15 Ottobre;
    • €400 entro il 15 Novembre;
    • €400 entro il 15 Dicembre.

     

    Kappa Formazione prevede agevolazioni finanziarie con Banche/Istituiti di Credito dando la possibilità di rateizzare una parte o l’intero costo del corso, sino ad un massimo di 12 mesi.

     

    Se interessato si prega di contattare la segreteria al numero 0774 – 571577, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 11:00 o mandare una mail a formazione@kairoscuola.it per avere maggiori informazioni.

    Per il rilascio dell’attesto di qualifica professionale è necessario essere in regola con tutti i pagamenti del corso.

     

  • In allegato l’articolazione del Corso Formativo Mediatore Interculturale, dove trovare:

    • L’articolazione delle Unità di Competenza;
    • La durata delle Unità in presenza e in FAD.

Vuoi maggiori informazioni su questo corso?

Kappa Formazione
Kairos Soc. Cop. sociale ONLUS
Via Corridonia 40, Roma
06 8635 8759
info@kappaformazione.it